Rimedi per le gambe gonfie? Alcuni esercizi per limitare il fastidio

Pubblicato il 24 maggio 2018 | Categoria: Fitness e salute, Sport e salute

rimedi gambe gonfie: gli esercizi più indicati

Avvertite spesso la sensazione di gambe gonfie e doloranti? La causa è da ricercarsi quasi sicuramente nella posizione statica, eretta o seduta, che assumente per molte ore durante la giornata. Purtroppo, si tratta di un fenomeno assai frequente tra le donne adulte, rispetto agli uomini.

Di seguito trovate alcuni esercizi, pensati come rimedio per le gambe gonfie!

Gambe gonfie? No grazie!

Le gambe gonfie sono determinate da un eccesso di liquidi accumulati negli arti inferiori, che generano una contrazione dei rispettivi muscoli, nonché dolore e difficoltà di movimento.

Ecco qualche semplice esercizio da svolgere anche in autonomia in casa per ridurre il gonfiore delle gambe:

  • Camminare – Camminando i liquidi in eccesso depositati nelle gambe risalgono verso il cuore. Per il benessere delle vostre gambe sono consigliate dalle 3 alle 5 sessioni settimanali di passeggiata dai 30 ai 60 minuti cadauna. Camminare è un toccasana per la salute delle vostre gambe e del vostro cuore.
  • Muovere le caviglie – Il gonfiore spesso si concentra sulla zona bassa delle gambe, in prossimità delle caviglie. Movimenti rotatori delle caviglie, sollevamento delle gambe con contrazione dei polpacci favoriscono la rimozione del liquido in eccesso. Si tratta di semplici esercizi che possono essere facilmente ripetuti durante la giornata, comodamente seduti anche durante le ore di lavoro.
  • Alzarsi in piedi – Se il vostro lavoro vi obbliga a stare molte ore seduti, cercate di alzarvi, nei limiti consentiti, per svolgere piccole attività che per le quali non è necessario restare seduti. Mentre assumete la posizione eretta cercati di muovere le gambe per favorire il flusso dei liquidi.
  • Esercizi in acqua – Passeggiate in acqua, nuotate e acqua gym sono attività salutari per le gambe gonfie e dolorose. Lo sforzo fisico esercitato in acqua è nettamente superiore rispetto a quello esercitato in terra, questo agevola lo deflusso dei liquidi in eccesso accumulati lungo le gambe verso la parte superiore del corpo.
  • Massaggi – Se siete particolarmente pigri e non riuscite a dedicarvi ad attività fisiche, concedetevi periodicamente delle sessioni di massaggi. Il massaggio, eseguito in autonomia con movimenti dal basso verso l’altro o in centri specializzati, è un toccasana per il vostro sistema linfatico.

Oltre lo scarso movimento, le cause delle gambe gonfie e pesanti possono essere:

  • Scarsa idratazione
  • Uso di droghe
  • Tabagismo
  • Assunzione di farmaci
  • Consumo eccessivo di alcool

I rimedi per le gambe gonfie

Ovviamente, oltre all’esercizio fisico, esistono numerosi rimedi per le gambe gonfie, alcuni più importanti di altri. Eccoli spiegati:

  • 
Alimentazione sana e nutriente – Il nostro fisico risente particolarmente di ciò che mangiamo: cibi grassi e in generale cattive abitudini alimentari spesso si traducono in eccesso di peso, che si ripercuote sulle nostre gambe, gonfiandole e affaticandole. E’ bene variare l’alimentazione prediligendo piatti a base di frutta, verdura, proteine, potassio, omega 3. Bene presto anche le vostre gambe risulteranno più agili e leggere.
  • Idratazione – L’acqua favorisce l’eliminazione di scorie accumulate nell’organismo. Una giusta idratazione accelera lo sgonfiamento delle gambe, riducendo problemi di ritenzione idrica, nonché dona maggiore energia e tonicità a tutto il corpo. Il fabbisogno giornaliero consigliato è di 8 bicchieri.
  • Diuretici naturali – Per agevolare il drenaggio dei liquidi integrate la vostra alimentazione con diuretici naturali. Da prediligere carciofi, sedano, uva, prezzemolo, the verde e succo di mirtillo.

Se nonostante questi accorgimenti le vostre gambe appaiono ancora gonfie e la sensazione di stanchezza non vi abbandona, è bene consultare un medico. Un gonfiore non giustificato che tarda a rientrare potrebbe essere associato a cause più gravi legate al corretto funzionamento di cuore e dei reni, nonché un’insufficienza venosa o un’infiammazione a livello di articolazioni o, perché no, all’inizio di una piacevole gravidanza.